Residenza 58 - Sotterraneo

DIALOGHI / RESIDENZE DELLE ARTI PERFORMATIVE A VILLA MANIN

Residenza 58
Villa Manin, Spazio Residenze
15 – 30 novembre 2021
SOTTERRANEO
L’angelo della storia

Angelo della Storia immagine di riferimento.jpeg
Equipe in residenza

concept e regia Sotterraneo
in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini
drammaturgia Daniele Villa
disegno luci Marco Santambrogio
costumi Laura Dondoli in collaborazione con Polimoda
sound design Simone Arganini
graphic design Lorenzo Guagni
promozione internazionale Laura Artoni
produzione Sotterraneo
coproduzione Marche Teatro, Associazione Teatrale Pistoiese, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Teatro Nacional D. Maria II
contributo La Corte Ospitale, Centrale Fies
col supporto di MiC, Regione Toscana, Comune di Firenze
residenze artistiche La Corte Ospitale, CSS Udine, Armunia, Centrale Fies_art work space
Sotterraneo fa parte del progetto Fies Factory ed è residente presso Associazione Teatrale Pistoiese

Non è che il passato getti la sua luce sul presente o il presente la sua luce sul passato, ma l'immagine è ciò in cui quel che è stato si unisce fulmineamente con l'adesso in una costellazione
(Walter Benjamin)

L’Angelo della Storia raccoglie aneddoti storici a cavallo di secoli e geografie differenti, gesti capaci di rappresentare le contraddizioni di intere epoche, azioni illogiche, assurde, che suscitano stupore o commozione, spaesamento o compassione, momenti che in una parola potremmo definire paradossali. L'idea è quella di lavorare su questi aneddoti nel tentativo di trasfigurarli e metterli in risonanza gli uni con gli altri, per costruire una specie di “mappa del paradosso” che possa parlarci anche del presente, alla ricerca di quella suggestione che il filosofo Walter Benjamin definiva costellazione svelata. Sulla scorta dei suoi scritti e di quelli dello storico Yuval Noah Harari, L'Angelo di questo progetto guarda alla microstoria, al dettaglio, alle vicende di "persone non illustri" per osservare Sapiens attraverso una presa di distanza nel tempo, cercando quella stessa vertigine che coglie un astronauta quando prende distanza dalla Terra viaggiando nello spazio.
Sotterraneo

Immagini