la sede css
news 2021/2022 | Liv Ferracchiati, la catastrofe climatica e la crisi delle identità: Uno spettacolo di fantascienza

Liv Ferracchiati, la catastrofe climatica e la crisi delle identità: Uno spettacolo di fantascienza

4 - 5 MARZO 2022, ORE 21.00
UDINE, TEATRO SAN GIORGIO

LIV FERRACCHIATI
UNO SPETTACOLO DI FANTASCIENZA
(quante ne sanno i trichechi)

testo e regia Liv Ferracchiati 
con (in ordine alfabetico) Andrea Cosentino, Liv Ferracchiati e Petra Valentini
aiuto regia Anna Zanetti
dramaturg di scena Giulio Sonno
scene e costumi Lucia Menegazzo
disegno luci Lucio Diana
suono Giacomo Agnifili
lettore collaboratore Emilia Soldati
una produzione MARCHE TEATRO, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Teatro Metastasio di Prato

Come si mette in scena la fine del mondo? E poi: quale/quali mondi stanno finendo?
Cerca e sperimenta molteplici ipotesi e risposte, Uno spettacolo di fantascienza (quante ne sanno i trichechi) la nuova produzione teatrale scritta, intepretata e diretta da Liv Ferracchiati, in scena a Udine al Teatro San Giorgio venerdì 4 e sabato 5 marzo (inizio ore 21.00) ospite della stagione di Teatro Contatto 40 Chi ha paura del futuro? del CSS.

Ispirato all’ultimo progetto teatrale, mai portato a compimento da Cechov, una pièce ambientata su una nave diretta al Polo Nord,
Liv Ferracchiati
riprende l’idea di quel viaggio e la immagina collegata con il tentativo dei suoi tre personaggi di scongiurare una catastrofe climatica.

Ecco allora i tre protagonisti – interpretati in scena da Andrea Cosentino e Petra Valentini e dallo stesso Ferracchiati – salire a bordo di una rompighiaccio diretta al Polo Sud, dove i trichechi rotolano giù dalle rocce, mentre l’asse del mondo si sposta, la Terra si crepa nel mezzo.

Nonostante questa calamità imminente, in Uno spettacolo di fantascienza, esattamente come è probabile accanda nelle nostre vite, il fuoco è però su altro, la vera fine è legata al crollo dei tasselli delle nostre identità.
Con uno stile fluido, comico e spesso surreale, Ferracchiati porta i suoi personaggi-entità (potrebbero essere, dice, “una natura, un’identità, un ruolo”) a mettere in discussione le tante gabbie in cui siamo costretti.
Per comunicare noi stessi  - spiega Liv Ferracchiati - siamo costretti a scegliere, più o meno consapevolmente, i segni che vanno a comporre le nostre caratteristiche. Può sembrare filosofico, in realtà è molto concreto perché, queste distratte adesioni influenzano anche il taglio dei nostri capelli, il modo in cui ci vestiamo o persino la nostra gestualità. Cosa accadrebbe, dunque, se provassimo a spostare il punto di vista comune rispetto alle faccende che riteniamo più ovvie?”

Liv Ferracchiati, autore, regista e performer, ha iniziato a scrivere Uno spettacolo di fantascienza durante la pandemia, fra l’estate del 2020 e quella del 2021, mentre veniva coinvolto come autore nel percorso dell’Ecole des Maitres 2020, l’edizione speciale dedicata ai drammaturghi e diretta da Davide Carnevali.
Soggetto a più fasi di riscrittura, lo spettacolo è diventato una coproduzione di CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con Marche Teatro e Teatro Metastasio di Prato, che ha appena debuttato ad Ancona e ora arriva a Udine.
Il cast si completa con Anna Zanetti come aiuto regia, dramaturg di scena è Giulio Sonno, scene e costumi sono di Lucia Menegazzo, disegno luci di Lucio Diana, suono di Giacomo Agnifili.

Sabato 5 marzo
, al termine dello spettacolo, Liv Ferracchiati e la compagnia incontrano il pubblico.

BIGLIETTERIA TEATRO CONTATTO:
Udine, Teatro Palamostre, piazzale Paolo Diacono 21 tel +39 0432 506925, biglietteria@cssudine.itwww.cssudine.it
Orario: da lunedì a sabato ore 17.30 - 19.30
Prevendita online sul circuito Vivaticket