• darkblurbg

Contatto 2016/2017

Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini dal 8 dicembre 2016
al 9 dicembre 2016

Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

CONTATTOCOMICO
I punti di vista non latitano. Anzi moltiplicano l’umanità. Ale e Franz, sempre in tandem, ce li mostrano, con punti di domanda che spalancano sorrisi. Risate e pensieri su stili, formae mentis, tic e paradossi, sempre meno assurdi, sempre più riflesso di noi.

e dopo lo spettacolo, ore 22.30 circa, in Sala Carmelo Bene, After Theatre concerto Kythara
con i musicisti Francesco Bertolini, Michele Pucci e Enrico Maria Milanesi

intero / ridotto studenti
Posto Unico 30.00+4.50 / 25.00+3.50
biglietto After Theatre: 8.00 €
biglietto Tx2 After Theatre: 5.00 € per chi ha già acquistato Tanti Lati Latitanti
Dialogues about Utopia/Utopia is More / Alessandro Marinuzzi/Collettivo Eutopia X

Contatto

Codroipo | Villa Manin di Passariano 10 dicembre, ore 19.00 e 21.00

Dialogues about Utopia/Utopia is More / Alessandro Marinuzzi/Collettivo Eutopia X

CONTATTORESIDENZE
L’Utopia ha 500 anni. Come l’opera di Thomas More, come la parola che da allora ci aiuta a “coltivare visioni”. Il collettivo Eutopia X si coagula attorno ad Alessandro Marinuzzi e risale alla fonte del poliedrico mito culturale e lo confronta con molte domande dei nostri giorni inquieti.

ingresso libero
Souper / il Rossetti/Fausto Paravidino

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 17 dicembre, ore 21.00
18 dicembre, ore 19.00

Souper / il Rossetti/Fausto Paravidino

Un’importante cena di compleanno. Un direttore di banca e gli amici di una carriera in ascesa. La casta, gli interessi, i regali, i ricatti, il gioco degli amanti e degli affari. Certo assomiglia al nostro presente. Ma nel 1930, c’era già chi ci scriveva sopra commedie. Fausto Paravidino riscopre Ferenc Molnár (quello de I ragazzi della via Pál).

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
E se elas fossem para Moscou? / Christiane Jatahy

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 14 gennaio 2017 ore 19:00

E se elas fossem para Moscou? / Christiane Jatahy

E se ci trovassimo davvero a vivere in quell’altrove in cui ci immaginiamo spesso e in cui non siamo mai? Di quanti cambiamenti siamo artefici, nella nostra vita? Siamo veramente capaci di deviare rotta? Un “Tre sorelle” fra e teatro e cinema, su desideri, paure, sogni, aspirazioni, nella rivoluzione scenica di Christiane Jatahy.

Intero 30.00 €
Ridotto 27.00 €
Studenti 23.00 €

solo versione cinematografica
Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €
Sad Sam Almost 6 / Sad Sam Lucky / Emanat/Matija Ferlin

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 21 gennaio, ore 19.00 e 21.00

Sad Sam Almost 6 / Sad Sam Lucky / Emanat/Matija Ferlin

CONTATTORESIDENZE
Sad Sam. In croato significa “adesso io sono”. Due performance sull’identità che rivelano il talento di Matija Ferlin. Un bambino di 6 anni fa l’appello dei suoi 126 animaletti giocattolo prima che la vita adulta trasformi ogni cosa in paura. Un poeta e un danzatore scambiano le loro voci e visioni.

Sad Sam Almost 6 + Sad Sam Lucky
Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €

Sad Sam Lucky
Intero 10.00 €
Utoya / Teatro Metastasio

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 28 gennaio, ore 21.00
29 gennaio, ore 19.00

Utoya / Teatro Metastasio

Isola di Utoya, luglio 2011: nessuno se li aspettava quei 69 ventenni uccisi a sangue freddo per i loro ideali progressisti, nella tranquilla Norvegia, dal compatriota Breivik. Sarà ancora possibile una società multiculturale o diventeremo sempre più spaventati xenofobi? Tre coppie sfiorate dalla tragedia ci aiutano a immaginare il futuro dell’Europa.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
La parola padre / Gabriele Vacis

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 3 febbraio 2017 ore 21:00

La parola padre / Gabriele Vacis

Patria e padre hanno la stessa radice semantica.  Sei donne di 4 paesi diversi – Bulgaria, Polonia, Italia e Macedonia – provano a chiudere i conti in sospeso con il luogo da dove vengono, con i padri a cui devono qualcosa o da cui fuggono. Vacis raccoglie racconti, frulla identità fluide, in scintille di senso.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Viaggio al termine della notte / Teho Teardo/Elio Germano

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 11 febbraio 2017 ore 21:00

Viaggio al termine della notte / Teho Teardo/Elio Germano

Le disavventure di Bardamu, l’orrore insensato e osceno della guerra, la fragile natura dell’uomo, dell’amore, della vita. Le pagine di Céline si sfogliano come uno spartito. Le atmosfere cinematiche di Teho Teardo. La voce di Elio Germano e le sue moltiplicazioni tecnologiche. Finirà mai questa notte?

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Pinocchio / Cenerentola / Fabrizio Arcuri

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio Pinocchio
16, 17, 18 febbraio, ore 21.00
24, 25 febbraio, ore 19.00
Cenerentola
22, 23 febbraio, ore 21.00
24, 25 febbraio, ore 21.00

Pinocchio / Cenerentola / Fabrizio Arcuri

Joël Pommerat riscrive due fiabe, Cenerentola e Pinocchio, e ci parla di padri, madri e figli. Conosce la natura umana, come funziona il senso di colpa, sa che la cattiveria è una faccia dell’amore. Ci ricorda, con irresistibile ironia, che siamo esseri finiti e che nessuna fata ci salvarà dalla morte. Anche se prima, bisogna vivere.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €

Cenerentola + Pinocchio
Intero 25.00 €
Ridotto 22.00 €
Studenti 18.00 €
Sister(s) / exvUoto teatro

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Carmelo Bene 18 febbraio 2017 ore 19:00

Sister(s) / exvUoto teatro

CONTATTORESIDENZE
Una stazione di benzina circondata dal nulla. Caldo, fatica, razzismo quotidiano. Un fratello, una sorella e un frigo nuovo di zecca, arrivato come una promessa a cambiare per sempre le loro vite. La novità di exvUoto racconta la nostra provincia imbarbarita e tenera, piccoli mondi cuciti su misura dalla paura.

Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €
A House in Asia / Agrupación Señor Serrano

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 4 marzo 2017 ore 21:00

A House in Asia / Agrupación Señor Serrano

spettacolo in inglese con sopratitoli in italiano
La casa di Bin Laden. Quella reale, nascosta in Pakistan. Quella in scala sorvegliata in Usa dai marine. Quella identica ricostruita sul set di un film sulla più grande caccia all’uomo della storia del XXI secolo. Il western teatrale dei catalani più esplosivi della scena europea.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Amore / Compagnia Scimone Sframeli

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 11 marzo 2017 ore 21:00

Amore / Compagnia Scimone Sframeli

Torna ai bordi di un’umanità sospesa, il teatro di Spiro Scimone. O dove si sente più vera, necessaria, piena di dolcezza, la vita. Un cimitero. Quattro persone (anime?) si muovono fra le tombe. E’ l’ultimo giorno della loro vita? Dialoghi quotidiani e surreali, ritmi serrati. Eterno Amore.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Toni Sartana e le streghe di Bagdàd / Natalino Balasso

Contatto

Udine | Teatro Nuovo Giovanni da Udine 26 marzo 2017 ore 21:00

Toni Sartana e le streghe di Bagdàd / Natalino Balasso

L'antieroica e corrosiva parabola esistenziale di Toni Sartana, capitolo 2. Un Macbeth in Iraq, fra contractor, streghe, speculazioni, debiti e spogliarelliste. Natalino Balasso ci porta nella terra dei Magnaschei, ci recluta per la vera guerra di religione, la guerra del dio denaro.

intero / ridotto studenti
platea 30.00+4.50
I galleria 25.00+3.50 22.00+3.00
II galleria 20.00+3.00 17.00+2.50
III galleria 10.00 €*
*posti in vendita solo ad esaur. disp. negli altri settori
Hearing / Mehr Theatre Group/Amir Reza Koohestani

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 1 aprile 2017 ore 21:00

Hearing / Mehr Theatre Group/Amir Reza Koohestani

“Hearing”. Ascoltare. Da dietro la porta di un dormitorio, in un collegio femminile iraniano, fortezza impetrabile, qualcuno ha sentito la voce di un ragazzo. Un interrogatorio. Le ragazze fanno quadrato. Uno spettacolo sulla questione della responsabilità, su libertà e controllo, sulle ingiustizie che cambiano la vita.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Bull / Teatro Franco Parenti/Fabio Cherstich

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 6, 7, 8 aprile

Bull / Teatro Franco Parenti/Fabio Cherstich

Il mondo del lavoro è peggio di un ring. Se poi dilaga la paura di un licenziamento, la competizione fra colleghi colpisce basso.  Due colleghi alleati contro un terzo accerchiato in una spirale feroce di manipolazione. Perché vincano i più forti, non i migliori. Una commedia inglese, nera e inesorabile.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Sleep Technique / Dewey Dell

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 7 maggio 2017 ore 21:00

Sleep Technique / Dewey Dell

CONTATTORESIDENZE
Nelle viscere della montagna, a Chauvet Pont d’Arc, pitture preistoriche di 36.000 anni fa riescono ad aprire un dialogo misterioso fra noi e i nostri antenati. Dewey Dell si calano nelle pieghe del tempo e riattivano sensibilità sepolte, spalancandoci alla meraviglia, a un affetto incodizionato, che va oltre i millenni.

Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €
Presentazione Teatro Contatto 35

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 5 settembre 2016 ore 18

Presentazione Teatro Contatto 35

presentazione intima, privata, sociale e pubblica della
Stagione Teatro Contatto 35
negli spazi del Teatro Palamostre

Cut, frame and border / Christiane Jatahy

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 9 settembre 2016 ore 19:00

Cut, frame and border / Christiane Jatahy

ECOLE DES MAÎTRES
Per un’anteprima  ancora estiva, Contatto ci invita all’Ecole des Maîtres per condividere il suo primo esito performativo. Ispirato ad America Oggi di Robert Altman, Cut, frame and border è cronaca frammentata, un battito di storie. Cinema e teatro, presa diretta e montaggio, comprimono e dilatano scenari delle nostre polis.

Moving Air / Pierre Berthet, Renato Rinaldi

Contatto

Codroipo | Villa Manin di Passariano 20 ottobre 2016 ore 20:00

Moving Air / Pierre Berthet, Renato Rinaldi

CONTATTORESIDENZE
Tre musicisti si incontrano per lavorare su oggetti e i suoni che possono produrre senza l’uso di amplificazione. In una prossimità fisica, intima, informale, fra artisti e chi sarà in ascolto.  Gli spazi si trasformano, i suoni si intersecano, generano nuovi paesaggi.

Muoversi nell'architettura della memoria / Constanza Macras

Contatto

Codroipo | Villa Manin di Passariano 21 ottobre 2016 ore 20:00

Muoversi nell'architettura della memoria / Constanza Macras

CONTATTORESIDENZE
Constanza Macras sviluppa in residenza con 12 artisti con cui si incontra per la prima volta il concept dell’architettura fisica della memoria. Come ricorda il corpo? Dov’è la linea invisibile che attraversa quanto abbiamo vissuto, la sua ricostruzione e rappresentazione?

Incontro pubblico N46°-E°13

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Carmelo Bene 2 novembre 2016 ore 18:00

Incontro pubblico N46°-E°13

Incontro pubblico di presentazione dello spettacolo collettivo partecipato N46°-E°13 che inaugura la stagione Teatro Contatto 35 sabato 5 novembre al Teatro Palamostre di Udine
ingresso libero

N46°-E13° / Rita Maffei

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 5 novembre 2016 ore 21:00

N46°-E13° / Rita Maffei

Latitudine 46° 03' 43" Nord - Longitudine 13° 14' 32" Est, le coordinate geografiche di Udine. Noi siamo qui. E se qui arrivasse qualcuno, da un qualsiasi altrove, e volesse sapere dove si trova, come gli racconteremmo dove è capitato? Dove è qui? Dove siamo noi? Cos’è il nostro “qui”, il luogo dove viviamo?

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Performance / Virginia Raffaele

Contatto

Udine | Teatro Nuovo Giovanni da Udine 9 novembre 2016 ore 21:00

Performance / Virginia Raffaele

CONTATTOCOMICO
Carla Fracci, Belén Rodriguez, la cantante Emma, Maria Elena Boschi e la poetessa trans Paula Gilberto Do Mar. Imitare, recitare, essere Uno, nessuno, 100.000 alla maniera di Virginia Raffaele.

intero / ridotto studenti
platea 40.00+5.00 € / 35.00+5.00 €
I galleria 33.00+4.50 € / 28.00+4.00 €
II galleria 27.00+4.00 € / 24.00+3.00 €
III galleria 18.00 € / 15.00 €
Talos.2 / Arkadi Zaides

Contatto

Codroipo | Villa Manin di Passariano 10 novembre 2016 ore 20:00

Talos.2 / Arkadi Zaides

CONTATTORESIDENZE
Nel mito, Talos era un automa di bronzo creato da Zeus per proteggere l’amata Europa sull’isola di Creta. Nell’era 2.0, il coreografo Arkadi Zaides esplora la questione dei confini come spazi che generano movimento e sollecitano una riflessione etica sulla posizione dell’Europa in materia d’accoglienza e, per contro, sugli investimenti in tecnologie per la difesa delle sue frontiere.

ingresso libero
Wunderkammer Soap #4_Edoardo II / ricci/forte

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Carmelo Bene 15, 16, 17, 18, 19 novembre, 19.30/20.30/21.30/22.30

Wunderkammer Soap #4_Edoardo II / ricci/forte

Wunderkammersoap, stanze delle meraviglie stipate di icone pop. Il tragico universo elisabettiano di Marlowe e un amore che esplode in coda alle casse dell’Ikea. Isabella, Edoardo, Gaveston. Amore, gelosia, possesso. Derive umane e personaggi da soap opera.

posto unico 10.00 €
Orestea nello sfascio / internoenki

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 19 novembre 2016 ore 19:00

Orestea nello sfascio / internoenki

CONTATTORESIDENZE
Fabula & mito. Racconti nel ciclo del tempo ritornano evergreen.
Oreste vive in Val d’Itria. Clitemnestra si arricchisce con i rifiuti tossici.
La tragedia greca precipitata nell’oggi è un’opera buffonesca sulle decadenze contemporanee.

INGRESSO LIBERO
Il canto e la fionda / Massimo Somaglino/Fabiano Fantini

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 26 novembre, ore 21.00
27 novembre, ore 19.00

Il canto e la fionda / Massimo Somaglino/Fabiano Fantini

Le sapeva cantare di santa ragione, David Maria Turoldo. E i suoi sassi li lanciava, senza nascondere la fionda. A 100 anni dalla nascita, uno sguardo pieno di futuro su un David del nostro tempo e sulla Chiesa-Golia che si impegnò a trasformare.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini dal 8 dicembre 2016
al 9 dicembre 2016

Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

CONTATTOCOMICO
I punti di vista non latitano. Anzi moltiplicano l’umanità. Ale e Franz, sempre in tandem, ce li mostrano, con punti di domanda che spalancano sorrisi. Risate e pensieri su stili, formae mentis, tic e paradossi, sempre meno assurdi, sempre più riflesso di noi.

e dopo lo spettacolo, ore 22.30 circa, in Sala Carmelo Bene, After Theatre concerto Kythara
con i musicisti Francesco Bertolini, Michele Pucci e Enrico Maria Milanesi

intero / ridotto studenti
Posto Unico 30.00+4.50 / 25.00+3.50
biglietto After Theatre: 8.00 €
biglietto Tx2 After Theatre: 5.00 € per chi ha già acquistato Tanti Lati Latitanti
Dialogues about Utopia/Utopia is More / Alessandro Marinuzzi/Collettivo Eutopia X

Contatto

Codroipo | Villa Manin di Passariano 10 dicembre, ore 19.00 e 21.00

Dialogues about Utopia/Utopia is More / Alessandro Marinuzzi/Collettivo Eutopia X

CONTATTORESIDENZE
L’Utopia ha 500 anni. Come l’opera di Thomas More, come la parola che da allora ci aiuta a “coltivare visioni”. Il collettivo Eutopia X si coagula attorno ad Alessandro Marinuzzi e risale alla fonte del poliedrico mito culturale e lo confronta con molte domande dei nostri giorni inquieti.

ingresso libero
Souper / il Rossetti/Fausto Paravidino

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 17 dicembre, ore 21.00
18 dicembre, ore 19.00

Souper / il Rossetti/Fausto Paravidino

Un’importante cena di compleanno. Un direttore di banca e gli amici di una carriera in ascesa. La casta, gli interessi, i regali, i ricatti, il gioco degli amanti e degli affari. Certo assomiglia al nostro presente. Ma nel 1930, c’era già chi ci scriveva sopra commedie. Fausto Paravidino riscopre Ferenc Molnár (quello de I ragazzi della via Pál).

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
E se elas fossem para Moscou? / Christiane Jatahy

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 14 gennaio 2017 ore 19:00

E se elas fossem para Moscou? / Christiane Jatahy

E se ci trovassimo davvero a vivere in quell’altrove in cui ci immaginiamo spesso e in cui non siamo mai? Di quanti cambiamenti siamo artefici, nella nostra vita? Siamo veramente capaci di deviare rotta? Un “Tre sorelle” fra e teatro e cinema, su desideri, paure, sogni, aspirazioni, nella rivoluzione scenica di Christiane Jatahy.

Intero 30.00 €
Ridotto 27.00 €
Studenti 23.00 €

solo versione cinematografica
Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €
Sad Sam Almost 6 / Sad Sam Lucky / Emanat/Matija Ferlin

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 21 gennaio, ore 19.00 e 21.00

Sad Sam Almost 6 / Sad Sam Lucky / Emanat/Matija Ferlin

CONTATTORESIDENZE
Sad Sam. In croato significa “adesso io sono”. Due performance sull’identità che rivelano il talento di Matija Ferlin. Un bambino di 6 anni fa l’appello dei suoi 126 animaletti giocattolo prima che la vita adulta trasformi ogni cosa in paura. Un poeta e un danzatore scambiano le loro voci e visioni.

Sad Sam Almost 6 + Sad Sam Lucky
Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €

Sad Sam Lucky
Intero 10.00 €
Utoya / Teatro Metastasio

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 28 gennaio, ore 21.00
29 gennaio, ore 19.00

Utoya / Teatro Metastasio

Isola di Utoya, luglio 2011: nessuno se li aspettava quei 69 ventenni uccisi a sangue freddo per i loro ideali progressisti, nella tranquilla Norvegia, dal compatriota Breivik. Sarà ancora possibile una società multiculturale o diventeremo sempre più spaventati xenofobi? Tre coppie sfiorate dalla tragedia ci aiutano a immaginare il futuro dell’Europa.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
La parola padre / Gabriele Vacis

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 3 febbraio 2017 ore 21:00

La parola padre / Gabriele Vacis

Patria e padre hanno la stessa radice semantica.  Sei donne di 4 paesi diversi – Bulgaria, Polonia, Italia e Macedonia – provano a chiudere i conti in sospeso con il luogo da dove vengono, con i padri a cui devono qualcosa o da cui fuggono. Vacis raccoglie racconti, frulla identità fluide, in scintille di senso.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Viaggio al termine della notte / Teho Teardo/Elio Germano

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 11 febbraio 2017 ore 21:00

Viaggio al termine della notte / Teho Teardo/Elio Germano

Le disavventure di Bardamu, l’orrore insensato e osceno della guerra, la fragile natura dell’uomo, dell’amore, della vita. Le pagine di Céline si sfogliano come uno spartito. Le atmosfere cinematiche di Teho Teardo. La voce di Elio Germano e le sue moltiplicazioni tecnologiche. Finirà mai questa notte?

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Pinocchio / Cenerentola / Fabrizio Arcuri

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio Pinocchio
16, 17, 18 febbraio, ore 21.00
24, 25 febbraio, ore 19.00
Cenerentola
22, 23 febbraio, ore 21.00
24, 25 febbraio, ore 21.00

Pinocchio / Cenerentola / Fabrizio Arcuri

Joël Pommerat riscrive due fiabe, Cenerentola e Pinocchio, e ci parla di padri, madri e figli. Conosce la natura umana, come funziona il senso di colpa, sa che la cattiveria è una faccia dell’amore. Ci ricorda, con irresistibile ironia, che siamo esseri finiti e che nessuna fata ci salvarà dalla morte. Anche se prima, bisogna vivere.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €

Cenerentola + Pinocchio
Intero 25.00 €
Ridotto 22.00 €
Studenti 18.00 €
Sister(s) / exvUoto teatro

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Carmelo Bene 18 febbraio 2017 ore 19:00

Sister(s) / exvUoto teatro

CONTATTORESIDENZE
Una stazione di benzina circondata dal nulla. Caldo, fatica, razzismo quotidiano. Un fratello, una sorella e un frigo nuovo di zecca, arrivato come una promessa a cambiare per sempre le loro vite. La novità di exvUoto racconta la nostra provincia imbarbarita e tenera, piccoli mondi cuciti su misura dalla paura.

Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €
A House in Asia / Agrupación Señor Serrano

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 4 marzo 2017 ore 21:00

A House in Asia / Agrupación Señor Serrano

spettacolo in inglese con sopratitoli in italiano
La casa di Bin Laden. Quella reale, nascosta in Pakistan. Quella in scala sorvegliata in Usa dai marine. Quella identica ricostruita sul set di un film sulla più grande caccia all’uomo della storia del XXI secolo. Il western teatrale dei catalani più esplosivi della scena europea.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Amore / Compagnia Scimone Sframeli

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 11 marzo 2017 ore 21:00

Amore / Compagnia Scimone Sframeli

Torna ai bordi di un’umanità sospesa, il teatro di Spiro Scimone. O dove si sente più vera, necessaria, piena di dolcezza, la vita. Un cimitero. Quattro persone (anime?) si muovono fra le tombe. E’ l’ultimo giorno della loro vita? Dialoghi quotidiani e surreali, ritmi serrati. Eterno Amore.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Toni Sartana e le streghe di Bagdàd / Natalino Balasso

Contatto

Udine | Teatro Nuovo Giovanni da Udine 26 marzo 2017 ore 21:00

Toni Sartana e le streghe di Bagdàd / Natalino Balasso

L'antieroica e corrosiva parabola esistenziale di Toni Sartana, capitolo 2. Un Macbeth in Iraq, fra contractor, streghe, speculazioni, debiti e spogliarelliste. Natalino Balasso ci porta nella terra dei Magnaschei, ci recluta per la vera guerra di religione, la guerra del dio denaro.

intero / ridotto studenti
platea 30.00+4.50
I galleria 25.00+3.50 22.00+3.00
II galleria 20.00+3.00 17.00+2.50
III galleria 10.00 €*
*posti in vendita solo ad esaur. disp. negli altri settori
Hearing / Mehr Theatre Group/Amir Reza Koohestani

Contatto

Udine | Teatro Palamostre, Sala Pasolini 1 aprile 2017 ore 21:00

Hearing / Mehr Theatre Group/Amir Reza Koohestani

“Hearing”. Ascoltare. Da dietro la porta di un dormitorio, in un collegio femminile iraniano, fortezza impetrabile, qualcuno ha sentito la voce di un ragazzo. Un interrogatorio. Le ragazze fanno quadrato. Uno spettacolo sulla questione della responsabilità, su libertà e controllo, sulle ingiustizie che cambiano la vita.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Bull / Teatro Franco Parenti/Fabio Cherstich

Contatto

Udine | Teatro S. Giorgio, Sala Pinter 6, 7, 8 aprile

Bull / Teatro Franco Parenti/Fabio Cherstich

Il mondo del lavoro è peggio di un ring. Se poi dilaga la paura di un licenziamento, la competizione fra colleghi colpisce basso.  Due colleghi alleati contro un terzo accerchiato in una spirale feroce di manipolazione. Perché vincano i più forti, non i migliori. Una commedia inglese, nera e inesorabile.

Intero 18.00 €
Ridotto 15.00 €
Studenti 12.00 €
Sleep Technique / Dewey Dell

Contatto

Udine | Teatro Palamostre 7 maggio 2017 ore 21:00

Sleep Technique / Dewey Dell

CONTATTORESIDENZE
Nelle viscere della montagna, a Chauvet Pont d’Arc, pitture preistoriche di 36.000 anni fa riescono ad aprire un dialogo misterioso fra noi e i nostri antenati. Dewey Dell si calano nelle pieghe del tempo e riattivano sensibilità sepolte, spalancandoci alla meraviglia, a un affetto incodizionato, che va oltre i millenni.

Intero 15.00 €
Ridotto 12.00 €
Studenti 10.00 €

TEATRO CONTATTO 35_LA NUOVA STAGIONE DEL CSS TEATRO STABILE DI INNOVAZIONE DEL FVG


Dal 20 ottobre 2016 fino al 7 maggio 2017, con un’anteprima già il 9 settembre, TEATRO CONTATTO 35 è la stagione teatrale che ridisegna, modella, suggerisce e investiga le coordinate artistiche della scena italiana e internazionale a Udine. E Udine, espressa in questa nuova stagione in gradi di longitudine/latitudine - N46° - E13° - diventa emblema di luoghi capaci di essere di riferimento per comunità allargate, trasversali, liquide, dove instaurare dinamiche nuove di coinvolgimento e partecipazione, fra pubblico, cittadini, artisti, realtà sociali e culturali, nell’esperienza, il confronto e la riflessione sulle molteplici dimensioni del nostro presente.

TEATRO CONTATTO 35 è un progetto espressione della direzione artistica del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG (Alberto Bevilacqua, Rita Maffei, Fabrizia Maggi, Luisa Schiratti), che si realizza con il sostegno di MiBACT - Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine, la partecipazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, la collaborazione di ERPaC (per ContattoResidenze, a Villa Manin).

Rinnovano la loro sponsorizzazione alla stagione del CSS, Amga Energia & Servizi, società del Gruppo Hera Comm - che con questa partnership “intende ribadire il senso del proprio radicamento territoriale, orientato da sempre alla tutela e alla promozione delle eccellenze culturali espresse dalle proprie comunità di riferimento” - e Banca di Udine, un Istituto che “coerentemente con i principi ispiratori del Credito Cooperativo, traduce il suo forte legame con la città in un’attenzione particolare alla promozione non solo dello sviluppo economico, ma anche sociale e culturale”.

LE RELAZIONI e le interrelazioni umane nella società, a tutti i loro livelli, sono oggetto delle investigazioni dell’Arte, e il teatro, che è fatto sostanzialmente di “relazioni”, dà il suo contributo, le indaga e rappresenta, fra realtà e finzione, nei formati più contemporanei.

Relazioni stabili, profonde, come quelle più di superficie e soggette a modifiche e trasformazioni. Relazioni per raggiungere scopi comuni e condivisi, o relazioni che animano conflitti, dove si cercano di affermare interessi e volontà dominanti. Relazioni con sé stessi, con le persone a cui siamo legati più profondamente, con i primi familiari, genitori, fratelli, figli e compagni di vita, relazioni fra semplici conoscenti, che si esprimo in una piazza, al bar, all’interno di associazioni di persone con passioni e progetti comuni.

Relazioni virtuali e relazioni vissute, relazioni spirituali, di interesse, relazioni empatiche e solidali.

Questo filo rosso diventa nel corso della stagione una narrazione di 25 spettacoli sul PUBBLICO E PRIVATO NEL NUOVO MILLENNIO, dove il focus delle RELAZIONI si stratifica nei suoi molteplici sensi e dinamiche su più livelli, dal più intimo (rapporto 1:1), al livello delle relazioni private e personali (rapporto 1:10), sociali (1:1000), fino a quelle pubbliche e globali (1:100.000 e oltre).

LE RELAZIONI INTIME

RICCI/FORTE riesplorano a Udine il format delle loro Wunderkammer, in uno spazio onirico e site-specific in disuso, per trasformare l’Edoardo II di Marlowe e la sua storia triangolare di amore, gelosia e possesso in chiave “soap” (Wunderkammer Soap #4-Edoardo II, 15-19 novembre, Teatro Palamostre)

Il performer croato MATIJA FERLIN, fra i protagonisti delle Residenze di Dialoghi a Villa Manin a inizio anno, presenta ora in stagione, in una serata a doppio spettacolo (21 gennaio, Teatro Palamostre, due episodi del suo ciclo-trilogia “Sad Sam” (in croato “Adesso sono”): Sad Sam Lucky, performance sulla ricerca di un’identità privata e professionale, in un dialogo fisico e di affinità fra il corpo di Ferlin e i versi del poeta sloveno d’avanguardia Srecko Kosovel. Sad Sam Almost 6 è un lavoro sull’infanzia e la sua fine nell’età adulta, un episodio su quel magico immaginario capace di creare le cose nominandole.

CONSTANZA MACRAS presenta quest’anno in stagione non una sua nuova creazione internazionale, ma gli esiti di una nuova Residenza di ricerca artistica di venti giorni assieme a danzatori e attori italiani ed europei incontrati per la prima volta a Villa Manin e con cui la coreografa argentina lavorerà sul tema della memoria come “architetto” dei nostri corpi (Muoversi nell’architettura della memoria, 21 ottobre, Villa Manin, Spazio Residenze)

GABRIELE VACIS e Scimone/Sframeli sono fra i ritorni a Teatro Contatto dopo alcune stagioni di assenza. Il primo sarà presente con La parola padre (3 febbraio, Teatro S. Giorgio), uno spettacolo di donne, di diverse culture e nazionalità, a confronto nella loro relazione con la figura paterna. Tutte hanno conti in sospeso con la loro patria, tutte hanno conti in sospeso con i loro padri: immagini, danze, musiche e parole che frullano identità impossibili, mobili, fluide.

Amore (11 marzo, Teatro S. Giorgio) è l'ottava commedia di Spiro Scimone, la quarta con la regia di Francesco Sframeli per la COMPAGNIA SCIMONE SFRAMELI. Quattro figure si muovono fra le tombe in un tempo sospeso, forse nell’ultimo giorno di vita. Dialoghi quotidiani e surreali, ritmi serrati che intercettano relazioni, attenzioni e richieste fisiche che celano necessità, sul limite tra la verità e la tragedia del quotidiano, nello stile di Scimone, sempre ai margini dell’umanità, in non luoghi sospesi ed emblematici.

LE RELAZIONI PRIVATE

JOËL POMMERAT, drammaturgo francese fra i più acuti di questi anni, ha riscritto alcune fiabe classiche con sguardo poetico, disincantato e “politico”.
FABRIZIO ARCURI porta in scena (16-18/22-25 febbraio, Teatro S. Giorgio) i suoi Pinocchio (tutto al maschile) e Cenerentola (tutta al femminile) focalizzando nel suo gioco scenico le dinamiche relazionali tra figli e genitori e mostrandoci come il senso di colpa e la cattiveria spesso siano insiti nei rapporti di amore, la paura della morte ci renda incapaci di fare i conti con il nostro essere finito.

Dall’incontro fra tre artisti, un belga, una giapponese e un italiano – PHIERRE BERTET, RIE NAKAJIMA, RENATO RINALDI - nasce un nuovo percorso di ricerca alle Residenze a Villa Manin (Moving Air, 20 ottobre, Spazio Residenze). Resteremo in ascolto di un affascinante inventario di suoni emessi da oggetti, insoliti, d’uso comune, di recupero, al naturale, senza alcun intervento di manipolazione o amplificazione.

Il rapporto troppo esclusivo fra due fratelli in una provincia ai margini e impaurita più da se stessa che da reali minacce, viene scandagliato con sguardo beffardo e divertito dalla compagnia veneta EXVuOTO in Sister(s) (18 febbraio, Teatro Palamostre).

In tandem comico, ALE E FRANZ ci divertono con l’infallibile dinamica della loro relazione a due: due uomini insicuri, irrisolti, attanagliati da dubbi stralunati risolti con disincanto e una buona dose di cinismo. Tanti lati della stessa natura, la natura umana (Tanti Lati Latitanti, 8-9 dicembre, Teatro Palamostre).

Tre donne di oggi alle prese con i dubbi, i bisogni e desideri di cambiamento, le paure e le aspirazioni delle protagoniste di “Tre sorelle” di Cechov. E se elas fossem para Moscou? è l’ultima, rivoluzionaria, creazione della regista brasiliana CHRISTIANE JATAHY (14 gennaio, Teatro Palamostre), che va definita come un film e al contempo uno spettacolo teatrale. Il film girato in teatro mentre la sua proiezione avviene in simultanea in un altro spazio. Non un esperimento, ma un vero racconto in cui le riprese sono parte integrante della drammaturgia dello spettacolo, a cui contribuiscono, assieme, le attrici, la regista (che lo monta dal vivo, in diretta), i tecnici e gli spettatori.

A Christine Jatahy e all’ECOLE DES MAÎTRES è riservata anche una speciale serata anteprima, a Contatto, il 9 settembre (nell’ambito di Friuli Doc), al Teatro Palamostre. I 16 allievi dell’Ecole invitano il pubblico a entrare per una sera fra le pratiche di messa in scena sperimentate durante il corso internazionale. Anche Cut, frame and border si sviluppa attorno al tema delle dinamiche interpersonali e sociali, in famiglia come in una città e sarà una performance/processo plurale e corale.

LE RELAZIONI SOCIALI

Chi meglio di chi ci vive, può raccontare un luogo e la sua molteplicità?

RITA MAFFEI cura un esperimento di arte partecipata che vuole coinvolgere chiunque si senta “cittadino” a Udine, dalla nascita, per scelta, adozione, per integrazione più recente.

Prendendo ispirazione dalla nuova campagna di Teatro Contatto, Maffei riunisce in un “catalogo” gli stati d’animo, le informazioni e le narrazioni che possono comporre il puzzle del luogo che ha per coordinate geografiche N46°-E13° e definirne la fisionomia intima, privata, sociale e pubblica (5 novembre, Teatro Palamostre).

Anche TEHO TEARDO & ELIO GERMANO cercano di rivelare, per frammenti ed evocazioni, le atmosfere e i racconti di Viaggio al termine della notte di Louis Ferdinand Céline (11 febbraio, Teatro Palamostre). Il viaggio di Barbamu, l’insensatezza della Guerra, le fragilità della natura umana tornano nei paesaggi cinematici della musica di Teardo e nelle raffinate moltiplicazioni elettroniche della voce di Germano.

L’Orestea tragica di Eschilo trova sensi contemporanei e politici nell’ambientazione da opera buffonesca del giovane COLLETTIVO INTERNOENKI. Un’Oresta che racconta le derive della nostra società corrotta e rassegnata, ambientata in Valle D’Itria, dove Clitemnestra, Egisto e Oreste sono al centro di un intrigo di scandali sessuali, omicidi mafiosi e rifiuti tossici (Orestea nello sfascio, 19 novembre, Teatro S. Giorgio).

E scandali e corruzione sono al centro di Souper (17-18 dicembre, Teatro S. Giorgio) nell’adattamento e messa in scena di FAUSTO PARAVIDINO dalla piéce, ironica e tagliente, di Ferenc Molnár (1930). La casta, gli interessi, la giostra di amanti, affari, regali e ricatti, sembrano gli ingredienti di una narrazione straordinariamente presente della società e della politica del XXI secolo.

Ideato da MASSIMO SOMAGLINO E FABIANO FANTINI e affidato, in un passaggio di testimone generazionale, a giovanissimi interpreti, Il canto e la fionda racconta un David contro Golia del nostro tempo, nel ripercorrere la parabola di vita e di impegno per una Chiesa come “casa degli uomini”, di David Maria Turoldo, a 100 anni dalla nascita (26-27 novembre, Teatro S. Giorgio).

La competizione, le strategie dell’ambizione, lo spettro della disoccupazione che ci fa pronti a tutto, nella giungla del mondo del lavoro oggi, sono centrali in Bull (6-8 aprile, Teatro S. Giorgio), piéce del londinese Mike Bartlett, vincitrice del Premio Laurence Oliver 2015. L’udinese d’origine e milanese d’adozione FABIO CHERSTICH dirige per il TEATRO FRANCO PARENTI quattro attori in un ring dove ogni colpo basso è ammesso.

AMIR REZA KOOHESTANI è un regista teatrale e sceneggiatore iraniano quarantenne che l’Europa sta iniziando a conoscere. Hearing (1 aprile, Teatro Palamostre) è il suo ultimo spettacolo, ambientato in un collegio femminile per adolescenti dove qualcuno, una notte, pare abbia fatto entrare un ragazzo. Uno spettacolo da seguire con emozione e il fiato sospeso e che traccia inequivocabilmente la questione della responsabilità. Una pièce sulla giustizia, la libertà individuale e i condizionamenti del controllo sociale.

LE RELAZIONI PUBBLICHE

Sulla strage di Utoya (28-29 gennaio, Teatro S. Giorgio) in cui per mano di Anders Breivik morirono 69 giovanissimi laburisti, sull’omonima isola norvegese, scrive EDOARDO ERBA, questa volta lontano dalla commedia, per addentrarsi in questioni crucialissime come l’identità europea, il peso dell’ideologia e della fede politica, l’importanza della responsabilità nelle relazioni umane, le distorsioni della memoria, la banalità del male. Regia di SERENA SINIGAGLIA per il Teatro Metastasio.

Le nuove guerre mondiali. Le reciproche contaminazioni e i condizionamenti che possono confondere il piano della realtà e quello della fiction nel mondo globalizzato. Anche sulla scena teatrale, i piani della narrazione e rappresentazione si moltiplicano creando nuove prospettive, effetti e svelamenti, grazie all’estensione dei piani del racconto per l’impiego delle tecnologie, del video. Su set diversi, con l’impiego di modellini e telecamere in presa diretta, il collettivo catalano AGROUPATION SEÑOR SERRANO scatena sulla scena di Contatto A House in Asia (4 marzo, Teatro Palamostre), sulla caccia all’uomo più importante del XXI secolo: la localizzazione e la cattura di Osama Bin Laden.

Con Toni Sartana e le streghe di Bagdàd, NATALINO BALASSO arriva alla seconda parte della commedia La Cativìssima, e veste i panni dell’anti-eroe nefasto e corrosivo Toni Sartana (26 marzo, Teatro Nuovo Giovanni da Udine). Se il primo capitolo guardava alla politica il secondo sposta la sua lente deformante sull’economia, con una drammaturgia originale e perfettamente autonoma e distinta dall’episodio precedente, per raccontare da un diverso

punto di vista l’inarrestabile decadimento di una società tragicamente comica.

Radicalmente comico sarà anche Performance (9 novembre, Teatro Nuovo Giovanni da Udine) l’approdo sul palcoscenico del talento di VIRGINIA RAFFAELE con le sue maschere più popolari, da Ornella Vanoni, Belen Rodriguez, Carla Fracci, o i personaggi di invenzione ispirati alla realtà “condizionata” che stiamo vivendo, come l’eterna esclusa dai talent show musicali Giorgia Maura o la poetessa transessuale Paula Gilberto Do Mar. Donne molto diverse tra loro che sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea: la vanità, la scaltrezza, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé.

A 500 anni dalla prima edizione dell'Utopia di Thomas More e dall'invenzione della parola stessa, ALESSANDRO MARINUZZI risale alla fonte del poliedrico e visionario mito culturale che ha pervaso l'Europa umanistica e postumanistica e lo confronta con molte domande dei nostri giorni inquieti, attraverso l'azione trasversale di un percorso artistico e performativo multidisciplinare sviluppato in residenza con il collettivo Eutopia X, costituitosi per l’occasione (10 dicembre, Villa Manin, Spazio Residenze).

Sleep Techinique (7 maggio, Teatro Palamostre) è il nuovo spettacolo di DEWEY DELL il collettivo di Agata, Demetrio, Teodora Castellucci, Eugenio Resta, e affrontato per la prima volta durante una Residenza a Villa Manin nel 2015. Dalla fascinazione che emanano le scoperte preistoriche datate 36.000 anni fa nella caverna Chauvet Pont d’Arc nelle Ardenne, Dewey Dell elabora un’intersezione artistica di danza e musica per una performance sul fluire e l’abisso del tempo e su un possibile sguardo a un passato non più intellegibile ma comunque vibrante, come un mistero, nel nostro presente.

Talos è un progetto finanziato dalla UE in materia di sicurezza per sviluppare e testare un sistema semirobotico, mobile e autonomo, per la protezione delle frontiere terrestri europee. Con il progetto Talos.2 (10 novembre, Villa Manin, Spazio Residenze) il coreografo ARKADI ZAIDES e un suo team esamineranno la questione dei confini e delle frontiere come spazi che generano movimento e sollecitano una riflessione etica sulla posizione dell’Europa rispetto alle questioni migratorie, fra politiche di accoglienza e investimenti in tecnologia per impedire il passaggio dei suoi confini.

TeatroContatto35-astronauta.jpg

TX2UDINE TEATRI PALAMOSTRE E S.GIORGIO

TC35 si articola anche nell’aspetto della fruizione degli spazi cittadini e delle modalità di coinvolgimento del pubblico nel progetto Tx2, un nuovo dispositivo spazio-temporale che connette i Teatri Palamostre e S. Giorgio come luoghi teatrali in continua interazione.

Tx2 è un progetto che integrerà l’offerta culturale e di spettacolo dal vivo anche di altre realtà attive a Udine e in FVG e per il CSS sarà inoltre la sede di altri progetti (come il Contatto TIG teatro per le nuove generazioni, Contatto TIG in famiglia e altri) e di altri progetti artistici e di partecipazione.

Durante la stagione di Teatro Contatto il TEATRO PALAMOSTRE E IL TEATRO S. GIORGIO dialogano fra lo loro e vengono fruiti dal pubblico come un unico territorio entro il quale muoversi liberamente, spesso in serate a doppio spettacolo.

E con la stagione 35 LE SALE dei due teatri udinesi prendono anche un loro nome, in omaggio a importanti personalità del teatro. Il Teatro Palamostre dedicata la sua sala più grande a Pier Paolo Pasolini, mentre la sala ridotto ricorderà figura di Carmelo Bene. Al Teatro S. Giorgio, la sala grande omaggia l’opera del drammaturgo premio Nobel Harold Pinter, mentre la sala ridotto al piano superiore diventa Sala Anton Cechov.

Al Teatro Palamostre riaprono per gli spettatori Contatto Bookshop, in collaborazione con la Libreria Friuli e dopo anni di chiusura, anche il bar al piano terra, a cura di Società gastronomica Friulana.

La nuova campagna di TC35 è concepita dagli art director di TWO - Think Work Observe (Piero Di Biase e Alberto Moreu), su un’immagine del fotografo Mattia Balsamini.  

Il PUNTO INFORMAZIONI E LA BIGLIETTERIA di Teatro Contatto sono aperti in piazzale Diacono 21, al Teatro Palamostre di Udine dal martedì al sabato dalle ore 17.30 alle 19.30, tel. 0432 506925 biglietteria@cssudine.it


sponsor tc35.1.jpg

Udine, Teatro Palamostre
piazzale Paolo Diacono 21
33100 Udine
tel +39 0432 506925
fax +39 0432 504448
biglietteria@cssudine.it
orario: dal martedì al sabato ore 17.30 - 19.30
I giorni di spettacolo, la biglietteria dei nostri teatri
apre un’ora prima dell’inizio.
Biglietteria aperta anche giovedì 8 dicembre

Prevendita sul circuito Vivaticket
vivaticket

Punti vendita Vivaticket in Friuli Venezia Giulia dove poter acquistare
i biglietti di Teatro Contatto



BIGLIETTI SINGOLI SPETTACOLI N 46°- E 13°; Il canto e la fionda; Souper; Utoya; La parola padre; Viaggio al termine della notte; Cenerentola; Pinocchio; A House in Asia; Amore; Hearing; Bull

intero ridotto studenti
18.00 € 15.00 € 12.00 €


BIGLIETTI SINGOLI SPETTACOLI
Sad Sam Almost 6 + Sad Sam Lucky; Sister(s); Sleep Technique; E se elas fossem para Moscou? (solo versione cinematografica)

intero ridotto studenti
15.00 € 12.00 € 10.00 €


BIGLIETTI SINGOLI SPETTACOLI Wunderkammer Soap #4 – Edoardo II; Sad Sam Lucky

intero
10.00 €


BIGLIETTI SINGOLI SPETTACOLO E se elas fossem para Moscou?

intero ridotto studenti
30.00 € 27.00 € 23.00 €


BIGLIETTI SPETTACOLI (Contatto Residenze a Villa Manin) Moving Air; Muoversi nell’architettura della memoria; Talos.2; Orestea nello sfascio; Dialogues about Utopia/Utopia is More
ingresso gratuito – Servizio di Bus navetta dal Teatro Palamostre 5,00 € per le presentazioni pubbliche a Villa Manin 


BIGLIETTI Tx2 Cenerentola + Pinocchio 24-25/02/2017

intero ridotto studenti
25.00 € 22.00 € 18.00 €


Pinocchio + Sister(s) 18/02/2017

posto unico
20.00 €


CONTATTO COMICO

biglietti singoli per Performance di Virginia Raffaele - Teatro Nuovo Giovanni da Udine
intero / ridotto studenti
platea 40.00+5.00 35.00+5.00
I galleria 33.00+4.50 28.00+4.00
II galleria 27.00+4.00 24.00+3.00
III galleria 18.00 €* 15.00 €*
*posti in vendita solo ad esaurimento disponibilità negli altri settori

biglietti singoli per Tanti Lati Latitanti di Ale e Franz - Teatro Palamostre
intero ridotto studenti
Posto Unico 30.00+4.50 25.00+3.50
biglietto After Theatre: 8.00 €
biglietto Tx2 After Theatre: 5.00 € per chi è in possesso del biglietto per Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

biglietti singoli per Toni Sartana e le streghe di Bagdàd di Natalino Balasso - Teatro Nuovo Giovanni da Udine
intero / ridotto studenti
platea 30.00+4.50
I galleria 25.00+3.50 22.00+3.00
II galleria 20.00+3.00 17.00+2.50
III galleria 10.00 €*
*posti in vendita solo ad esaurimento disponibilità negli altri settori

I prezzi si intendono comprensivi di prevendita. I diritti di prevendita si applicano per tutti gli acquisti precedenti all’orario di apertura della biglietteria nel giorno dello spettacolo.
ridotto studenti: under 26 anni e studenti di ogni grado e universitari


CONTATTOCARD 6 o 10 SPETTACOLI
ContattoCard è un pacchetto libero di biglietti prepagati da utilizzare quando vuoi e con chi vuoi valido per 6 oppure 10 spettacoli della Stagione Contatto, esclusi gli spettacoli di Contatto Comico.
Per lo spettacolo E se elas fossem para Moscou? potranno essere utilizzati al massimo 2 biglietti per ogni ContattoCard e sarà necessaria un’integrazione di 5.00 € a biglietto.

  intera ridotta studenti
CONTATTOCARD 6 96.00 € 78.00 € 66.00 €
CONTATTOCARD 10 150.00 € 120.00 € 95.00 €


CONTATTOCARD FULL SPECIAL

ContattoCard Full Special è un pacchetto speciale di biglietti per tutti e 18 gli spettacoli della Stagione Contatto, esclusi gli spettacoli di Contatto Comico, è valido per 1 persona, non è nominativo.
intera
CONTATTOCARD FULL SPECIAL 220.00 € (in omaggio la Contatto shopper)

Riduzioni
ridotto: over 65 anni e under 26 anni, soci Banca di Udine
studenti: studenti di ogni grado e università

REGOLAMENTO


I possessori di ContattoCard dovranno scegliere la giornata di spettacolo a cui partecipare: tale scelta sarà accolta dal Teatro entro i limiti di disponibilità dei posti.
Una volta emesso il biglietto, se l’eventuale disdetta non perviene almeno un’ora prima dell’orario previsto per lo spettacolo, non potrà essere annullato.
Il Teatro non si assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento e/o furto del biglietto.
Il Teatro si riserva la facoltà di apportare, alla programmazione annunciata, tutte le variazioni di date, artisti eprogrammi che si rendessero necessari: la comunicazione ufficiale e definitiva in tal senso, alla quale si dovrà fare riferimento, avverrà a mezzo stampa e, per gli iscritti alla mailing-list del CSS, tramite newsletter. Nel caso di allestimenti scenici o di esigenze particolari dettate dalla compagnia, che comportino variazioni allo spazio solitamente riservato al pubblico, il Teatro potrà modificare il posto assegnato allo spettatore.
Non è possibile accedere in sala a spettacolo iniziato. L’ingresso potrà essere consentito solo in casi eccezionali e secondo le indicazioni del personale di sala. I ritardatari perdono in ogni caso il diritto di usufruire del posto assegnato in prevendita. In caso di necessità, il Teatro si riserva di occupare i posti non utilizzati all’inizio dello spettacolo.

PRENOTAZIONI

I biglietti per i singoli spettacoli possono essere prenotati telefonando allo 0432 506925 - in orario di apertura della biglietteria - e via e-mail all’indirizzo: biglietteria@cssudine.it
Entro 15 giorni la prenotazione dovrà essere perfezionata mediante:
1. ritiro del biglietto e pagamento dello stesso presso la biglietteria
2. pagamento tramite bonifico bancario presso il Credito Coop. del Friuli, Fil. di Udine, via Crispi, 45:
c/c 000010006957 - ABI 07085 – CAB 12302 – CIN L – IBAN: IT93 L070 8512 3020 0001 0006 957 - intestato a CSS Teatro stabile di innovazione del FVG.
Nel caso venga adottata la soluzione prevista al punto 2 la ricevuta dell’avvenuto bonifico dovrà essere trasmessa a mezzo fax al numero 0432 504448 entro e non oltre i 15 giorni successivi alla prenotazione stessa. In tal caso il biglietto potrà essere ritirato anche la sera stessa dello spettacolo.
Tutte le prenotazioni non perfezionate entro i 5 giorni antecedenti la data dello spettacolo verranno annullate.