La scuola dello sguardo
#3. Il movimento

TEATRO PALAMOSTRE, STAGIONE TEATRO CONTATTO 36 
5 marzo, ore 18.00
#3. Il movimento
lezione attorno a
Chroma_don't be frightened of turning the page 

Al termine della lezione (90'), un aperitivo al Blubar

Quattro lezioni con immagini e appunti sul teatro di oggi condotte da Roberto Canziani (DAMS - Università di Udine), ideate e curate dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, con la collaborazione di Dialoghi_Residenze delle arti performative a Villa Manin

Nelle lezioni di "La scuola dello sguardo" - quattro incontri per comprendere meglio il teatro contemporaneo - proviamo a entrare nel vivo di un dialogo: un gioco di domande e di risposte che rimbalzano tra lo spettacolo dal vivo e i suoi spettatori. Un incessante scambio di pensieri, supposizioni, soddisfazioni, tra artisti e platea. Un rapporto di fascinazione, che diventa più intenso se ne conosciamo i segreti. Più ricco, se capiamo come in questi anni il teatro si è evoluto e si evolverà. Più chiaro, se ne studiamo il funzionamento. Come se fossimo a scuola. Tra appunti e visioni, ma divertendoci ad osservare. 
Roberto Canziani

#3 Il movimento, lezione attorno a Chroma_don't be frightened of turning the page
Come sono cambiate, negli scorsi anni, le parole del movimento? Danza, performance, ballo. Come sono cambiati i modi in cui il corpo dà spettacolo? Improvvisazioni, ripetizioni, virtuosismi. Non bastano più il palcoscenico, la pista, la balera. Sono cambiati i luoghi, le risposte del pubblico.
Infine, quali sono la varietà, l'estensione delle pratiche dei coreografi e di quegli artisti che agiscono all'incrocio dei generi. Non più teatro, non più musica, non più danza. Ma un atlante, dove nuovi corpi cancellano i confini del secolo che li ha preceduti.
Ricca di immagini e incursioni in video, la lezione-conversazione di Roberto Canziani anticipa la serata in cui Teatro Contatto ospiterà Chroma_don't be frightened of turning the page, creazione di Alessandro Sciarroni (artista visivo, coreografo, performer, Premio Europa Realtà Teatrali 2017), figura fra le più interessanti della contemporanea scena europea.