Polygraphe

Il regista canadese Robert Lepage si ispira ad un fatto di cronaca realmente accaduto, protagonisti Giorgio Pasotti, Stefania Rocca e Nestor Saied

locandina
anno
2000
testo
Robert Lepage e Marie Brassard
traduzione di Franco Quadri
regia
Robert Lepage
interpreti
Giorgio Pasotti, Stefania Rocca, Nestor Saied
scene/luci
luci e proiezioni di Sergio Ciattaglia
musiche
musica originale di Pierre Brousseau
produzione
Segnali (Roma), Ex Machina (Québec), Mercat de les Flors (Barcellona), Centro Servizi e Spettacoli di Udine - Teatro Nuovo "Giovanni da Udine"

Po/ygraphe racconta una vicenda ambientata a Ouébec City alla fine degli anni Ottanta. La caduta del Muro di Berlino è vicina, imminente, incombente, ma anche attesa con tutto il carico di aspettative e di speranze che in effetti suscitò. Sei anni prima nella stessa città di Ouébec si era verificato un fatto di sangue misterioso e sconvolgente: l'assassinio di una giovane donna. Le vorticose indagini effettuate finirono per attirare i sospetti su un gruppo di amici della vittima e in particolare su un ragazzo, quello a lei più intimamente legato. Un fatto di cronaca realmente accaduto, a cui lo spettacolo liberamente si ispira; un fatto di cronaca che suscitò allora vastissimo interesse nell'opinione pubblica. Robert Lepage e Marie Brassard, che assieme al regista canadese ha scritto il testo, immaginano che nel 1989 un regista cinematografico decida di girare un film su quegli avvenimenti per ricostruirne contorni e vicende. Viene così scelta come protagonista una giovane attrice, nel ruolo della vittima brutalmente assassinata. E il caso vuole che la ragazza abiti proprio a pochi metri di distanza dalla casa del principale indiziato, di quell'amico a suo tempo sospettato di essere l'autore dell'assassinio. E sempre il caso vuole che la giovane attrice incontri e conosca proprio il medico che allora svolse l'autopsia. Le domande girano vorticose, i dubbi si infilano malevoli ed ecco che allora quel caso, morto e sepolto, all'improvviso si riapre offrendo sconcertati spaccati e nuove prospettive su una verità così dubbia, sfuggente e dalle tante facce.

Immagini

Tournée

prima nazionale

dal 2 al 5 marzo 2000
Udine, Teatro Giovanni da Udine

tournée
dal 7 al 9 marzo 2000
Lucca, Teatro del Giglio
11-12 marzo 2000
Cosenza, Teatro Comunale Rendano
14-15 marzo 2000
Pisa, Teatro Verdi
dal 16 al 18 marzo 2000
Firenze, Teatro di Rifredi
19 marzo 2000
Rimini, Teatro Novelli
20 marzo 2000
Brescia, Teatro Grande
21 marzo 2000
Fano (PU), Teatro della Fortuna
10 aprile 2000
Sassari, Teatro Verdi
dall’11 al 13 aprile 2000
Cagliari, Teatro Alfieri 
27 aprile 2000
Rubiera (RE), Teatro Herberia
28 aprile 2000
Cormons (GO), Teatro Comunale
30 aprile 2000
Città di Castello (PG), Teatro Comunale
20 agosto 2000
Rovereto (TN), Teatro Zandonai
19 novembre 2000
Rovereto (TN), Teatro Zandonai
20 novembre 2000
Soresina (CR), Teatro Sociale
dal 22 al 30 novembre 2000
Milano, Teatro Studio
2-3 dicembre 2000
Cesena, Teatro Bonci
6 dicembre 2000
Dolo (VE), Teatro Excelsior
7 dicembre 2000
Bellinzona (CH), Teatro Sociale
9 dicembre 2000
Pescia (PT), Teatro Manzoni
10 dicembre 2000
Ivrea (TO), Teatro Giacosa
dal 13 al 17 dicembre 2000
Torino, Teatro Garignano
19-20 dicembre 2000
Lecco, Teatro della Società
9 gennaio 2001
Messina, Sala Laudano